Scarica l'app!

Scarica la nuova App per rimanere sempre aggiornato

App Store Play Store

Tieniti sempre aggiornato iscritivi alla nostra Newsletter

iscriviti

Hai bisogno di aiuto?

Vuoi sostituire la tua piattaforma aerea? Vuoi acquistare dell'usato garantito? Cerchi assistenza o parti di ricambio?

+39 (0)30 7242731

Inviaci una mail

Facebook

Attestazione capacità finanziaria

attestazione capacità finanziaria

La circolare n.4/2011 del Ministero Infrastrutture e Trasporti detta disposizioni e modalità operative. Sono cambiate le regole da seguire per iscrivere nuove imprese all’Albo degli autotrasportatori e per mettere in circolazione nuovi veicoli. A dettare le procedure, in applicazione del Regolamento europeo 1071/2009 e del Decreto 25 novembre 2011, è la circolare n.4/2011 del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. L’ambito di applicazione del Regolamento è limitato alle imprese con veicoli di massa complessiva superiore a 3,5 t A partire dal 4 dicembre 2011 l'attestazione della capacità finanziaria va dimostrato da tutte le imprese Autotrasportatori, siano esse nuove o in esercizio. È lo stesso Regolamento europeo a fissarne la misura: 9.000 euro per il primo veicolo a motore e 5.000 per i veicoli successivi.

Ci sono numerose categorie di imprese e di artigiani che necessitano di Attestazione di Capacità Finanziaria come documento essenziale per l’iscrizione all’Albo ed il rilascio della licenza e anche per il rinnovo della licenza.

  • Trasportatore su strada di merci;
  • Trasportatore su strada di persone ( taxi, noleggio auto con conducente);
  • Autoscuole;
  • Agenzie pratiche auto o studi di consulenza automobilistici;
  • Scuole nautiche;
  • Centri di revisione di veicoli a motore;
  • le imprese che svolgono attività di raccolta e trasporto di rifiuti non pericolosi prodotti da terzi;
  • le imprese che raccolgono e trasportano rifiuti pericolosi;
  • le imprese che effettuano attività di bonifica dei siti;
  • le imprese che effettuano attività di bonifica dei beni contenenti amianto;
  • le imprese di commercio ed intermediazione dei rifiuti;
  • le imprese che gestiscono impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti di titolarità di terzi;
  • le imprese che gestiscono impianti mobili di smaltimento e recupero dei rifiuti;
  • le imprese che trasportano rifiuti per ferrovia;
  • le imprese che effettuano il trasporto dei rifiuti transfrontalieri per la tratta sul territorio italiano;
  • Agenzie di viaggi;
  • Agenzia di affari e recupero credito;
  • Le aziende iscritte Albo Nazionale dei Gestori Ambientali